Cookie
FlexiHub Team uses cookies to personalize your experience on our website. By continuing to use this site, you agree to our cookie policy. Click here to learn more.

HUB USB per estendere l'USB su Ethernet

Olga Weis Olga Weis Ultimo aggiornamento Jul 1, 2021

Descrizione ed uso per il ripartitore USB hub

La maggior parte dei dispositivi usati con il tuo computer hanno un connettore USB. Potresti avere vari dispositivi da voler usare allo stesso tempo come una tastiera, un disco rigido esterno ed una stampante. Forse vuoi anche caricare il tuo telefono. In molti casi sei limitato dal numero di porte USB disponibili sul tuo computer o portatile. Non c'è altro modo di usare tutti i tuoi dispositivi senza costantemente connettere e sconnettere i cavi dalle tue porte USB. Quindi, hai bisogno di una soluzione USB su Ethernet per eseguire l'attività.

Un estensore USB risolverà il tuo problema, cosentendoti di espandere il numero delle porte disponibili sul tuo sistema. Essenzialmente un server (ripartitore) USB su Ethernet che offrono un numero di porte USB che usano lo stesso connettore USB per comunicare con il tuo computer.


Hub USB

Uso di un ripartitore (HUB) di porta USB oppure Server USB su Ethernet Server incrementerà all'istante il numero di dispositivi esterni che il tuo computer può supportare. Non sei più limitato dalla struttura del computer e dal tempo speso nello scollegare e ricollegare i cavi per finire il tuo lavoro.

Tipi di Ripartitori USB su Ethernet

Gli Ripartitori USB su Ethernet sono disponibili in un'ampia varietà di modelli progettati per soddisfare le esigenze di qualsiasi utente. Gli utenti su scrivania hanno la possibilità di ottenere una scheda d'espansione che fornisce un ripartitore USB. Questo può risultare essenziale per quelle macchine o modelli che sono meno recenti e che non forniscono alcuna porta USB. Tutto ciò di cui hai bisogno è uno compartimento aperto nel tuo sistema, per usare questo tipo di ripartitore.

La maggior parte dei Ripartitori USB su Ethernet sono delle unità autonome che possono essere usate con qualsiasi computer o portatile dotato almeno di una porta USB. Possono essere suddivisi in due grandi categorie: i ripartitori autoalimentati ed i ripartitori USB alimentati dal bus.

Un ripartitore USB alimentato dal bus, trae la sua alimentazione dalla connessione alla macchina ospitante. Può essere un computer od un altro ripartitore USB. Questi ripartitori sono in genere meno costosi dei ripartitori autoalimentati. I ripartitori alimentati dal bus, sono anche l'opzione più maneggevole, dal momento che non devi preoccuparti di trovare una presa disponibile, per collegare il suo alimentatore.

È possibile un sovrapprezzo nel sfruttare la semplicità del ripartitore USB alimentato dal bus. Il tuo computer ora deve alimentare non solo il ripartitore ma anche i dispositivi ad esso collegati, a meno che questi non siano autoalimentati. Tale consumo di energia può causare una riduzione delle prestazioni nel sistema del computer ospitante. Inoltre, scaricherai la batteria più rapidamente se lavori da remoto con un portatile.

Tali considerazioni sulle prestazioni del sistema e sul consumo energetico vengono azzerate quando si usa un USB over Ethernet hub autoalimentato. I ripartitori autoalimentati saranno più costosi di un modello alimentato dal bus ed implicheranno la ricerca di un'altra presa e cavo sul computer da scrivania. Una volta risolti questi problemi, puoi usare il tuo ripartitore per alimentare e caricare i tuoi dispositivi, senza doverti preoccupare del loro impatto energetico sul tuo computer.

Puoi ottenere ripartitori USB 2 e ripartitori USB 3 che supportano il protocollo USB associato. Possono essere usati in modo intercambiabile, dal momento che i connettori e le porte sono identici fisicamente. Tuttavia, non sarai in grado di sfruttare completamente i tuoi dispositivi USB 3 se usi un ripartitore USB 2. Per ottenere la massima velocità multipla usb e prestazioni offerte dall'USB 3, tutte le porte, le connessioni ed i cavi devono completamente essere compatibili con USB 3.

Sono disponibili anche i ripartitori micro USB per l'uso con dispositivi più piccoli, come i telefoni cellulari e tablet. Questi possono tornare molto utili per caricare più dispositivi da uno che è collegato e dotato di un ripartitore micro USB. Puoi anche usare questi ripartitori per connettere dei dispositivi esterni come unità per trasferire dati al tuo dispositivo mobile.

Scelta del miglior ripartitore USB per te

Quando acquisti un Server (ripartitore) USB server, considera dove lo userai e quali dispositivi prevedi di connettere tramite tale ripartitore. Se desideri collegare in mobilità un gruppo di dispositivi al tuo portatile ovunque sei, allora dovresti optare per un ripartitore alimentato dal bus.

Se lavori in maniera più stazionaria, si raccomanda un ripartitore autoalimentato. Una volta posizionato, puoi usarlo per connetterti e caricare quanti dispositivi si necessitano, senza alcun impatto negativo sul tuo sistema. Gli utenti di computers da scrivania dovrebbero prendere seriamente in considerazione una scheda d'espansione, per soddisfare le loro esigenze del ripartitore USB.

Non ci sono lati negativi nell'acquisto di un ripartitore compatibile con USB 3. Potrebbe costare leggermente di più, ma sarà in grado di gestire tutti i dispositivi con porte USB 2 e USB 3 a disposizione. Se il tuo computer ha solo una porta USB 2, potresti voler risparmiare ed optare per un ripartitore USB 2, per il fatto che non sarai in grado di sfruttare le funzionalità avanzate dell'USB 3.

FlexiHub

Requirements: Windows, macOS, Linux, Android e Raspberry Pi.
size: 8.89MB
Versione: 5.2.14094 (6 Sett, 2021)
Voto dell'utente: (4.8 basato su 78+ utenti)