Cookie
FlexiHub Team uses cookies to personalize your experience on our website. By continuing to use this site, you agree to our cookie policy. Click here to learn more.

Soluzioni hardware per il reindirizzamento USB su Ethernet

Olga Weis Olga Weis Ultimo aggiornamento Jul 5, 2021

Data l'attuale situazione globale e il funzionamento remoto che sta rapidamente diventando una routine quotidiana per centinaia di migliaia di persone, un modo sicuro, affidabile e pratico per accedere a una periferica USB tramite Ethernet è una necessità assoluta.

Quando si tratta di estendere le periferiche USB su Ethernet, la prima cosa che probabilmente ti verrà in mente è un gadget hardware, come un adattatore, un hub USB, un extender per cavo LAN CAT6. È solo uno dei modi per estendere l'USB su Ethernet (e nemmeno il migliore), è ancora abbastanza popolare, quindi merita sicuramente un'analisi ponderata.

In questo articolo, daremo un'occhiata adeguata ai gadget, agli strumenti e ai metodi di estensione USB che il mercato di oggi ha da offrire. Scoprirai molto di più su diversi adattatori, fili, cavi e hab, oltre ad alcuni tipici colli di bottiglia a cui prestare attenzione. Grazie a questa conoscenza, saprai esattamente come estendere USB su Ethernet a tutti i sistemi operativi più diffusi nel modo più comodo e senza problemi possibile.


adattatori

Ottieni il massimo da un cavo USB

Quasi tutte le periferiche USB sono dotate di un cavo così corto che avrai bisogno di un extender USB. Scegliere il miglior extender USB su Ethernet per il tuo scenario non è facile e dipende in gran parte dal tipo di dispositivo USB che intendi connettere e dalla distanza fisica.

È un errore molto comune pensare che se colleghi più cavi, ottieni un extender molto lungo e sarai in grado di collegare un dispositivo USB nella stanza accanto. Ma non funzionerà mai. Più lungo è il cavo, più debole è il segnale e il livello di potenza che trasmette. Per alcune periferiche sensibili alla larghezza di banda come scanner o fotocamere, la distanza massima consigliata da qualsiasi computer non può essere superiore a 3 metri (meno di 10 piedi) per USB 3.0 o 3,1 e 5 metri (circa 16,4 piedi) per USB 2.0. Non così tanto, vero?

Certo, puoi ottenere un cavo USB attivo (ripetitore) ed estendere tale distanza fino a 30 metri (un po 'corto a 100 piedi). Poi di nuovo, quei cavi costano circa tre volte di più di quelli normali. Quindi, se hai più di una macchina che necessita di accesso remoto ad alcune stampanti, dongle o webcam, procurati invece un extender USB su Ethernet software, ad es. FlexiHub.

estensore

Estensione da USB a Ethernet con un hub

Un hub USB è fondamentalmente un adattatore USB su Ethernet che può estendere una periferica USB fino a 60 metri utilizzando un cavo LAN CAT6 anziché USB. Di solito, si tratta di dispositivi compatti con una porta RJ-45 e alcune porte USB che puoi utilizzare per collegare diversi dongle USB, stampanti, fotocamere o altri dispositivi USB a uno dei tuoi computer.

Per scegliere l'hub USB giusto per il tuo scenario specifico, devi considerare molti aspetti diversi. Per prima cosa, hub più economici alimentati da bus possono essere sufficienti solo per dispositivi a bassa potenza come webcam o dongle USB. Inoltre, tutti i dispositivi collegati a un hub dovranno condividere la larghezza di banda a loro disposizione. Ciò significa che avrai solo circa 480 Mbps in totale, anche se lo collegherai a 2500 Mbps USB 3.2 ad altissima velocità, indipendentemente dal numero di porte USB dell'hub. Naturalmente, un extender USB basato su software (ad esempio FlexiHub) non ha tali limitazioni.

Un'altra cosa importante da tenere in considerazione prima di optare per questo metodo di estensione USB è che tutte le abitudini aggiungono latenza. Probabilmente non lo noterai con una tastiera o un mouse USB, ma per i dispositivi di archiviazione e i dongle la differenza può essere abbastanza notevole.

Usare il metodo basato su hardware nel modo giusto

Per implementare con successo il metodo hardware per estendere l'USB a Ethernet, devi sapere come scegliere lo strumento hardware giusto e utilizzarlo nella tua configurazione.
Puoi trasformare il tuo PC in un server USB o semplicemente rendere un singolo dispositivo USB accessibile in remoto da altre macchine nella tua rete: sta a te decidere.

Una volta che hai deciso quali cavi e/o gadget funzioneranno meglio per te e hai acquistato tutto ciò di cui avrai bisogno, è il momento per un processo di configurazione. Nota che mentre i cavi USB e gli extender non richiedono alcun driver, tutti gli hub lo fanno, quindi assicurati di scaricare le versioni più recenti dalle pagine Web dei marchi ufficiali.

Se hai intenzione di incatenare le tue abitudini per allungare ancora di più la distanza, è fondamentale non averne più di 5 di fila. Se lo fai, l'intero set-up non funzionerà affatto. E c'è un motivo in più per cui collegare gli hub in cascata non è in alcun modo l'opzione migliore: il famigerato problema dell'elettricità statica. Qualsiasi porta USB tende ad accumulare elettricità statica e smette di funzionare in modo casuale a causa di essa, quindi anche l'intera catena dell'hub smetterà di funzionare. Dovrai scollegare ogni singolo connettore USB che hai, quindi ricollegarli dopo mezz'ora di attesa. Per non parlare del fatto che qualsiasi dato trasmesso attraverso la catena al momento del guasto dell'hub potrebbe finire danneggiato in modo permanente.

Poche parole per concludere

Il principale punto di forza di un metodo hardware è la sua universalità. Funziona su tutte le piattaforme più diffuse e sui tipi e marchi di periferiche USB. Inoltre, tutta una serie di moderni strumenti software è multipiattaforma e perfettamente compatibile anche con tutti i sistemi operativi. Inoltre, possono in pochi clic trasformare qualsiasi PC in un server USB per condividere dispositivi su Ethernet in modo che tali dispositivi diventino accessibili da tutte le macchine della rete e anche tramite Internet. E alcuni di questi strumenti (come FlexiHub) offrono anche un periodo di demo gratuito di un mese che puoi utilizzare per mettere l'app in loop mentre ottenere omaggi dai distributori di hardware è altamente improbabile.

La scelta è tua e questo è ovvio. Tuttavia, è sempre consigliabile considerare tutte le possibili opzioni per assicurarsi di non accontentarsi di una soluzione di seconda scelta.

FlexiHub

Requirements: Windows, macOS, Linux, Android e Raspberry Pi.
size: 8.89MB
Versione: 5.2.14094 (6 Sett, 2021)
Voto dell'utente: (4.8 basato su 78+ utenti)