Cookie
FlexiHub Team uses cookies to personalize your experience on our website. By continuing to use this site, you agree to our cookie policy. Click here to learn more.

Il modo più semplice per reindirizzare USB su Ethernet in Linux

Olga Weis Olga Weis Ultimo aggiornamento Aug 2, 2021

Il funzionamento a distanza non è solo una tendenza in crescita al giorno d'oggi, ma una nuova realtà quotidiana per milioni di persone in tutto il mondo. Ecco perché è così importante disporre di un modo affidabile, sicuro e semplice per condividere un USB su Ethernet o accedere a stampanti, dongle e altre periferiche USB collegate a computer remoti.

In questo articolo, daremo un'occhiata approfondita e approfondita agli strumenti di estensione da USB a Ethernet basati su software e come farli funzionare per il tuo scenario specifico. Alla fine, avrai tutte le informazioni necessarie per configurare il tuo server USB su qualsiasi macchina Linux senza dover acquistare un hub USB o un adattatore hardware.

flexihub

L'extender USB over Ethernet di prima scelta

È un malinteso molto comune pensare che qualsiasi extender USB hardware sarà molto più affidabile di un'app di estensione appositamente sviluppata. In verità, è il contrario, per non parlare di tutti gli altri vantaggi che nessuna soluzione hardware USB-Ethernet potrà mai sperare di avere.

Con il giusto software adattatore da USB a Ethernet, ad esempio FlexiHub, avrai una quantità illimitata di porte USB virtuali, così potrai condividere tutti i dispositivi di cui hai bisogno. E l'app non dividerà la larghezza di banda tra dette porte come fa qualsiasi hub USB. Ecco perché, con FlexiHub, non è necessario disporre di una connessione a 100 Mbps ad alta velocità o sostituire il cablaggio LAN esistente con un costoso Cat6. Sarai in grado di condividere e accedere contemporaneamente a più scanner, stampanti, fotocamere e altre periferiche USB isocrone sensibili alla latenza senza alcun calo evidente delle loro prestazioni. E puoi aumentare ulteriormente la velocità di connessione abilitando la pratica funzione di compressione del traffico di FlexiHub.

Inoltre, FlexiHub dispone di un avanzato algoritmo di crittografia del traffico SSL a 2048 bit che alla fine proteggerà tutti gli scambi di dati con il dispositivo USB condiviso da accessi non autorizzati. Pertanto è sicuro da usare con dongle USB, webcam e telecamere di sicurezza con licenza. Inoltre, non avrai problemi di connettività nell'accedere a dispositivi collegati a macchine con sistemi operativi diversi.

USB su Ethernet Linux
Periodo di prova di 30 giorni

Utilizza appieno il tuo software di estensione USB

Proprio come molte altre app progettate per i sistemi operativi Linux, FlexiHub è dotato di due interfacce: la GUI standard e l'utilità della riga di comando. Ma in entrambi i casi, il tuo primo passo sarà installare FlexiHub sulla macchina che sarà il tuo server USB (quello con i dongle, le webcam e tutti gli altri dispositivi che condividerai). Quindi, fai la stessa cosa su ogni PC della tua rete che ha bisogno di accedere ad almeno un dispositivo USB condiviso.

FlexiHub ha un'interfaccia utente grafica molto intuitiva e diretta che non avrai problemi a padroneggiare. Il riquadro superiore mostra tutti i dispositivi collegati alle porte USB del server disponibili per la condivisione. Per rendere accessibile una periferica da macchine remote, fare clic sul pulsante Condividi accanto al suo nome. Inoltre, puoi bloccare le periferiche che non desideri condividere in modo che altre macchine sulla tua rete non visualizzino nemmeno il dispositivo nei loro elenchi:

sbloccare

Per accedere a una periferica remota, trova il suo nome nella scheda in basso e fai clic sul pulsante Connetti. Quando hai finito di usarlo, fai clic su Disconnetti. Sì, è davvero così facile.

Facoltativamente, puoi abilitare la compressione del traffico per ogni connessione specifica. Fai clic con il pulsante destro del mouse sul nome del dispositivo e scegli il tipo di compressione a tuo piacimento:

connessione

Ma tieni presente che per i dispositivi a bassa velocità come i dongle USB, non farà alcuna differenza evidente. Tuttavia, questa funzione può rivelarsi davvero utile per i dispositivi sensibili alla latenza, soprattutto se non si dispone di una LAN Cat6 da 100 Mbps.

Per quanto riguarda l'interfaccia della riga di comando, è il più semplice possibile, a condizione che tu conosca tutti i comandi corretti (che, tra l'altro, sono piuttosto autoesplicativi e molto facili da ricordare).

Usa il seguente comando per accedere al tuo account FlexiHub:

fhcli login EMAIL

Non dimenticare di sostituire "EMAIL" con l'indirizzo effettivo che hai utilizzato durante la registrazione del tuo account. E se vuoi essere l'unico a utilizzare il tuo account, aggiungi il parametro "reimposta tutto" alla fine. Dopodiché, chiunque stia utilizzando il tuo account in questo momento su altri computer verrà immediatamente disconnesso.

Come questo:

fhcli login EMAIL [--reset-all]

Ora, per connetterti a una USB remota tramite Ethernet, usa questo comando:

fhcli connect-device ID_DEVICE

L'ID_DEVICE è un numero di quattro cifre che puoi ottenere dopo aver utilizzato il comando fhcli show-remote per vedere l'elenco di tutti i dispositivi disponibili per la connessione remota.

Il comando connect-device ha due parametri che puoi usare.

Il primo è scegliere il tasso di compressione dei dati desiderato:

[--compression=bestspeed] - compressione massima, ideale per periferiche sensibili alla latenza,

[--compression=bestsize] - migliore dimensione del pacchetto per il trasferimento di dati a perdita zero,

[--compression=no] - nessuna compressione.

Se non si utilizza affatto questo parametro, la compressione verrà impostata in base al valore predefinito. Se non sei sicuro di quale sia per la tua macchina, usa il comando fhcli default-connect-parameters per scoprirlo.

E il secondo ti ha permesso di abilitare o disabilitare la funzione di riconnessione automatica:

[--auto-reconnect]

[--no-auto-reconnect]

Ciascuno dei parametri di connessione può essere modificato in movimento con il comando fhcli change-existing-connection-params ID_DEVICE.

Una volta terminato l'utilizzo del dispositivo remoto, eseguire il comando fhcli disconnect-device ID_DEVICE per disconnetterlo.

Ma ovviamente, la funzionalità della riga di comando di FlexiHub va ben oltre la connessione e la disconnessione di alcuni dispositivi remoti. Ci sono anche comandi per inviare, visualizzare e accettare (o rifiutare) inviti, bloccare/sbloccare una periferica specifica, gestire le descrizioni dei dispositivi e le impostazioni del proxy locale, rimanere sul tuo computer, forzare la disconnessione di un altro utente dal tuo account e molti altri. Non esitare a controllare la pagina web ufficiale dell'app per l'elenco completo dei comandi.

Qualche parola per riassumere

Qualunque delle due interfacce sceglierai, dipende totalmente dalle tue preferenze personali e dalle capacità prestazionali della tua attuale configurazione dell'attrezzatura. In un modo o nell'altro, FlexiHub non manca mai di offrire prestazioni stabili e connettività USB-Ethernet multipiattaforma a velocità massima senza rischi per tutti i tipi di dispositivi, marche, forme e forme.

FlexiHub

Requisiti: Windows, macOS, Linux, Android e Raspberry Pi.
size: 8.89MB
Versione: 5.2.14094 (6 Sett, 2021)
Voto dell'utente: (4.8 basato su 78+ utenti)