Cookie
FlexiHub Team uses cookies to personalize your experience on our website. By continuing to use this site, you agree to our cookie policy. Click here to learn more.

Passante per la porta COM su VirtualBox: Guida definitiva

Olga Weis Olga Weis Ultimo aggiornamento Jun 17, 2022

Al giorno d'oggi le porte COM non sono più così utili come una volta. Eppure, possono ancora trovare la loro applicazione pratica e farti un grosso favore.

Ad esempio, devi avere almeno una porta seriale o non sarai in grado di interagire con la vasta maggioranza degli strumenti per la correzione del kernel. In pratica, non deve essere una porta COM fisica. Con lo strumento programmatico giusto, potresti anche eseguire il debug del kernel tramite una porta seriale virtuale su una macchina virtuale.

Questa guida ti mostrerà come reindirizzare una porta seriale da un computer ospitante (host) ad una macchina virtuale ospite (guest) in VirtualBox e come creare delle porte seriali virtuali su VirtualBox.

Accesso alle porte seriali su VirtualBox

FlexiHub

Windows, macOS, Linux, Android
4.8 Rango basato su 386+ Recensioni
Un metodo facile d'implementazione per la passante della porta seriale su VirtualBox è con lo strumento software FlexiHub.
FlexiHub

FlexiHub offre agli utenti un percorso semplice verso l'abilitazione delle porte seriali su VirtualBox o su qualsiasi altra piattaforma di virtualizzazione, dirottando i dispositivi con porta seriale, verso le macchine virtuali ospiti sulla rete.

FlexiHub funziona creando delle connessioni virtuali e indirizzando i dati della porta seriale sulla rete verso le macchine virtuali VirtualBox. Non ci sono parametri complessi da configurare. Con FlexiHub, puoi aggiungere una porta seriale VirtualBox con solamente un click.

Come condividere le porte COM su VirtualBox

1
Registra un conto FlexiHub ed inizia il periodo dimostrativo gratuito di valutazione.
 registrazione flexihub
2
Installa FlexiHub sulla macchina ospitante con VirtualBox, avente una porta seriale fisica che verrà reindirizzata. Poi, installa FlexiHub sulla macchina virtuale VirtualBox che si connetterà alla porta seriale della macchina ospitante (host).
 installa flexihub
3
Avvia l'applicazione sia sulla macchina virtuale ospitante (host) che su quella ospite (guest) ed entra nel tuo conto.
 accedi a flexihub
4
I dispositivi seriali disponibili alla connessione verranno visualizzati nell'interfaccia di FlexiHub.
 porta com di virtualbox alla rete
5
Sulla macchina ospite, premi ‘Connetti’ nell'interfaccia dell'applicazione per accedere alla porta seriale su VirtualBox.
 accedere alla porta seriale in virtualbox

Da questo punto in avanti, i dispositivi seriali connessi alle porte seriali di VirtualBox verranno dirottate verso l'ambiente virtuale senza alcuna configurazione aggiuntiva.

Per le istruzioni video su come condividere le porte seriali su VirtualBox, puoi controllare questa breve guida:

condividi le porte seriali su VirtualBox

Come configurare una porta seriale virtuale su VirtualBox


Un altro metodo d'impostazione per l'inoltro della porta COM su VirtualBox può essere eseguito con le capacità incluse nella piattaforma. Le porte seriali virtuali vengono abilitate con il sistema operativo ospite presentato con un dispositivo UART standard per assicurarne la compatibilità. La connessione è configurabile e fornisce la capacità di inviare e ricevere dati. I dettagli della configurazione variano in base al sistema operativo ospitante in uso.

porta seriale di virtualbox

L'impostazione della porta seriale su VirtualBox può essere compiuta tramite il pannello delle impostazioni o dal comando di gestione VBox. Ciò permette di creare fino a 4 porte virtuali seriali su ogni macchina virtuale. Verrà richiesto di configurare la modalità ed il numero della porta.

Si dovrebbe usare i valori standard quando si definisce un numero di porta, dal momento che descrive la porta seriale che la macchina virtuale dovrà usare. Si ha anche l'opzione di creazione di una porta seriale definita dall'utente fornendo un indirizzo di base d'ingresso ed uscita ed IRQ.

La modalità della porta definisce il modo con cui la porta è connessa. Le opzioni di modalità della porta sono:

  1. Disconnessa;
  2. Connessa al dispositivo ospitante;
  3. Connessa alla Pipe ospitante;
  4. Documento RAW;
  5. Presa TCP.
  • Disconnessa indica che la sessione virtuale può vedere il dispositivo ma non può usarlo. Come se non ci sia alcuna connessione cablata alla periferica.
  • La connessione al dispositivo ospitante richiede l'instaurazione di una connessione fisica tra una porta virtuale e la porta fisica sulla macchina ospitante. Su di un sistema Windows, sarà di solito una porta chiamata COM1. Invece su di una macchina Linux, ti connetterai a qualcosa come /dev/ttyS0 o simile. VirtualBox poi reindirizzerà tutti i dati trasmessi tramite alla porta virtuale, verso la porta fisica.
  • Quando si usa una connessione Host Pipe per abilitare VirtualBox alla condivisione delle porte COM, la configurazione deve essere eseguita per connettere la porta virtuale ed alla pipe programmatica, sul sistema operativo ospitante.
    porta seriale di virtualbox
Le specifiche variano a dipesa del tipo di host fisico sul quale si esegue VirtualBox.
Windows
Windows
Dati dei sistemi vengono trasmessi tramite una pipe nominata. Il nome deve essere registrato con il seguente formato \\.\pipe\<name> dove <name> viene usato come identificatore della macchina. Può essere un nome scelto dall'utente per semplicità o altre ragioni.
macOS
macOS
La connessione viene eseguita tramite una presa di dominio locale (domain socket). L'uso della tmp come socket filename è una pratica comune che fornisce l'utente VirtualBox con i privilegi come scrittura verso la pipe.
Linux
Linux
Gli utenti Linux possono fare uso di più strumenti che stabiliscono una connessione verso una presa di dominio locale. Una ampiamente impiegata e disponibile in molte distribuzioni Linux è Socat.
VirtualBox opera sotto la premessa che una socket o pipe a cui si fa riferimento, esista davvero.
Quando si implementa una connessione diretta tra due macchine virtuali, una macchina crea una pipe o socket e la seconda macchina virtuale a cui si collega.
  1. Raw File: L'uscita di una porta seriale virtuale può essere indirizzata ad un documento. Può tornare utile quando si acquisisce una diagnostica od informazioni per la correzione. Ogni documento può essere usato fin quando l'utente VirtualBox ha il livello di permesso richiesto per la creazione e scrittura su di essi.

  2. TCP Socket: Una presa TCP può agire come cliente TP o server e facilita l'invio del traffico della porta COM di VirtualBox COM verso le reti, usando il protocollo TCP/IP. Questo metodo abilita una macchina remota a connettersi direttamente ad una porta seriale ospite tramite una rete TCP.

    • TCP Server: La casella di controllo del Pipe/Socket attuale necessita di essere deselezionato sul server TCP ed il campo d'indirizzo/percorso viene usato per specificare il numero di porta. Questo numero può essere 23 o 2023, e sui sistemi UNIX necessitano di essere più di 1024.
    • TCP Client: La casella "Connetti alla Pipe/Socket esistente" va marcata per mettere la presa TCP in modalità cliente. Quando si crea una connessione con cavo null-modem, l'altra estremità si connette alla rete TCP, designando la porta dell' hostname nel campo Percorso/Indirizzo.

Puoi configurare quattro porte seriali su ogni macchina e possono essere scelti più numeri di porta.

Come inoltrare le porte in VirtualBox: una guida all’inoltro delle porte di VirtualBox

VirtualBox consente agli utenti di creare delle macchine virtuali tramite la tipologia di rete NAT per definizione. Per gli utenti interessati a eseguire il programma del server all'interno di una macchina virtuale, devono modificarne il tipo di rete—oppure inoltrare le porte tramite NAT virtuale. Cercheremo di spiegare come configurare le capacità di VirtualBox nell’inoltro delle porte, consentendo agli utenti di gestire ed eseguire il programma desiderato all’interno delle loro macchine/scrivanie virtuali su VirtualBox.

Le macchine virtuali di solito non richiedono un accesso dall'esterno della macchina virtuale. Questo è il motivo per cui le impostazioni predefinite vanno bene per la maggior parte degli utenti. Di fatto, le impostazioni predefinite possono offrire ulteriore sicurezza, poiché isolano la macchina virtuale dalle connessioni in entrata.

Grazie al tipo di rete NAT, il sistema operativo ospitante gestisce tutta la traduzione degli indirizzi di rete. Le macchine virtuali condividono l’indirizzo IP della macchina ospitante, senza ricevere traffico dall’esterno. Gli utenti hanno l’opzione di attivare la modalità di rete con bridge, che consente alle macchine virtuali di apparire come dispositivi separati su una rete—oltre ad avere i propri indirizzi IP.

Alterazione del tipo di rete di una macchina virtuale su VirtualBox:

Passo 1: Premi il pulsante destro del mouse sulla macchina virtuale desiderata e scegli l’opzione Impostazioni. Se questa non è disponibile, gli utenti devono spegnere la macchina virtuale prima di apportare altre modifiche.

“Opzioni

Passo 2: Dall’interno della sezione delle impostazioni di rete, scegli la modalità di rete Adattatore Bridge (a ponte).

Passo 3: Premi OK.

Adattatore Bridge

Configurazioni di VirtualBox sull’inoltro delle porte sulle macchine virtuali

Per gli utenti che preferiscono usare la modalità di rete NAT, l’inoltro delle porte su VirtualBox può essere eseguito anche tramite il NAT della macchina virtuale.

Per cortesia nota: È richiesto solo uno di questi passaggi. Gli utenti non devono inoltrare le porte se hanno già abilitato il collegamento in rete (come mostrato nei passaggi precedenti).

C’è stato un periodo in cui gli utenti di VirtualBox erano costretti ad usare il comando VBoxManage per inoltrare le porte. Tuttavia, ora VirtualBox contiene una finestra di inoltro delle porte semplice ed intuitiva.

Per stabilire l’inoltro delle porte, con il comando VBoxManage invece della moderna GUI (Graphical User Interface), segui queste istruzioni per eseguire ciò — situate nel manuale utente di VirtualBox.

Inoltro delle porte su VirtualBox:

Passo 1: Selezionando l’opzione Impostazioni (situata nel menu come mostrato di seguito) per aprire la finestra delle impostazioni di una macchina virtuale.

Passo 2: Navigando nel pannello Rete nella finestra di configurazione della macchina virtuale.

Passo 3: Espandendo la sezione Avanzate, e premendo poi il pulsante di Inoltro porta.

Per cortesia nota: Questo pulsante è attivo solo per quegli utenti che usano una tipologia di rete NAT—gli utenti devono inoltrare le porte solo quando usano un NAT.

Inoltro porte

Tutto sommato, è molto più semplice (e consigliato) usare la finestra Regole di inoltro porta su VirtualBox. Agli utenti non è richiesto specificare alcun indirizzo IP, dal momento che quei campi specifici, sono considerati facoltativi.

Speriamo che i dettagli in questa guida dimostrino come condividere una porta COM su VirtualBox. FlexiHub può presentare la soluzione più semplice per aggiungere le porte COM su VirtualBox, ma da come si può vedere ci sono altre opzioni. Una volta configurate, può godere delle piene funzionalità dei dispositivi seriali da dentro la sessione virtuale, come se si fosse connessi direttamente alle periferiche.

FlexiHub

Requisiti: Windows, macOS, Linux, Android e Raspberry Pi.
size: 8.97MB
Versione: 5.3.14268 (20 Ott, 2021)
Voto dell'utente: (4.8 basato su 386+ recensioni)