Come condividere i dischi fissi USB sulla rete: Guida definitiva

Ultimo aggiornamento

Può essere piuttosto difficile collegare dei dischi rigidi esterni in remoto. Soprattutto quando si necessita di accedere a dei documenti da più computers collegati in rete. È qui che ti viene chiesto di condividere un'unità esterna, sia con gli strumenti integrati di Windows, o con l'aiuto del programma avanzato di USB su Rete per la condivisione del disco USB.

Pertanto la domanda è come condividere i dischi fissi esterni su di una rete? Continua a leggere per scoprire il miglior modo per condividere un disco fisso esterno su di una rete.

Contenuti

Condivisione di un disco fisso esterno sulla rete - metodo programmatico


FlexiHub

Windows, macOS, Linux, Android
4.8 Rango basato su 78+ utenti
Electronic Team, Inc. offre una soluzione programmatica semplice, al problema di condivisione do un disco USB su di una rete - FlexiHub.
FlexiHub

Segui questi passaggi per condividere un disco fisso sulla rete:


  1. Regitra un conto gratuito FlexiHub qui ed inizia una prova gratuita che ti consente di condividere i dispositivi USB su Ethernet.
  2. Scarica ed installa il programma su tutti quei computers che accederanno in remoto al disco condiviso.
  3. Avvia FlexiHub, entra usando le tue credenziali appena create e condividi il disco fisso esterno.
  4. Individua il disco condiviso sui computers remoti usando FlexiHub e connettiti ad esso. Usa il disco USB remoto come se fosse collegato direttamente alla tua macchina.

Ecco qui! Ora hai tutte le funzioni che avresti con una connessione diretta al dispositivo USB.

Guarda la video guida con i passi dettagliati su come condividere il disco fisso esterno sulla rete


Perché è il modo più versatile per condividere dischi fissi in rete


  • Connetti i dischi USB in remoto, anche se posti su reti diverse;
  • Ideale per le macchine virtuali e le connessioni verso le scrivanie remote;
  • Funziona anche con altri dispositivi USB;
  • Condividi i dischi USB su Windows, Mac, Linux ed Android;
  • Nessuna attrezzatura richiesta.

Come connettere un disco fisso esterno al router WiFi


Una varietà di router oggigiorno ha una porta USB, che può essere usata per collegare una unità USB da condividere con altre macchine sulla tua rete. Una volta localizzata la porta USB sul router, prosegui e connetti il tuo disco rigido esterno USB. Da qui puoi condividere un disco rigido esterno, mappandolo come un'unità di rete su di una rete WiFi.

Istruzioni passo per passo, per connettere un disco fisso al router:


  1. Devi prima trovarlo nelle impostazioni del router. Usa un navigatore Internet sulla rete WiFi ed inserisci l'indirizzo IP del router. Spesso è 192.168.1.1. Condividi il disco fisso USB

  2. Entra nell'interfaccia del router e naviga nelle Impostazioni. Apri il pannello ‘Disco di memoria’. Premi col tasto destro del mouse sul disco desiderato e seleziona l'opzione del menù ‘Mappa il disco di rete’.
  3. Si consiglia di fornire un nome significativo come referenza e poi marcare l'opzione ‘Riconnetti all'ingresso’.
  4. Premi su ‘Finisci’ quando l'impostazione è completa. Il tuo computer potrebbe doversi riavviare per vedere il disco USB.

Pro: Non si richiedono cavi o componenti fisici aggiuntivi per implementare questo metodo di condivisione di un disco fisso su di una rete.

Contro: È comunque limitato dal campo d'azione del segnali WiFi, pertanto non fornirà un accesso remoto su lunghe distanze.

Come condividere un disco di rete su Windows 10


Esistono molte situazioni in cui è di aiuto condividere un'unità sui computers con sopra Windows 10. Potresti voler condividere una raccolta di immagini, filmati o canzoni con i tuoi amici e colleghi. Molte volte un disco fisso esterno, di grandi dimensioni e fisicamente collegato a un computer, richiede l'accesso da parte di altre macchine connesse alla rete.

Disco fisso USB sulla rete

Ecco i passaggi da seguire se vuoi condividere un disco rigido sulla rete, con i sistemi Windows 10. Il condo Windows che condivide il dispositivo deve essere di tipo amministratore. Un problema che va risolto prima di iniziare, è proteggere con l'unità che si intende condividere con una parola chiave. Quando si connette l'unità alla rete, ti verrà chiesto di inserire una parola chiave e non sono accettati spazi vuoti. La tua strategia migliore è quella di proteggere la tua unità con tale password.

Sul computer dove il disco è collegato:

  1. Condividi l'unità con la Condivisione avanzata di Windows, premendo col tasto destro del mouse sull'unità e selezionando Consenti accesso alla -> Condivisione avanzata
  2. Inserisci il nome per far identificare il disco dagli utenti in rete.
  3. Scegli i Permessi e marca su Permetti Controllo Completo, se vuoi che il disco venga letto e scritto dai computers in remoto.

Sulla macchina remota che accederà al disco condiviso:

  1. Seleziona Mappa l'unità di rete.
  2. Scegli la lettera da attribuire al disco condiviso ed inserisci l'indirizzo IP del computer in condivisione, con il nome del disco prima definito, nel seguente formato: \\indirizzo_IP\nome_disco.
  3. Seleziona Riconnetti all'ingresso e Connetti usando le opzioni per le credenziali diverse.
  4. Ti verranno richieste le credenziali di ingresso dal computer che sta condividendo il disco, nel formato: indirizzo_IP\nomeutente dove l'indirizzo IP è lo stesso usato sopra ed il nomeutente è l'ingresso al computer in condivisione.

Aggiungi un'eccezione alle opzioni Internet di Windows per eliminare i messaggi di avviso durante lo spostamento dei dati.

  1. Vai al pannello di controllo ed opzioni Internet.
  2. Naviga nel pannello Sicurezza e scegli Siti.
  3. Seleziona Avanzate ed aggiungi l'indirizzo IP usato per mappare il disco.

Condivisione della memoria tramite cavo USB ad alta velocità


Mostreremo anche come usare un cavo USB ad alta velocità per condividere la memoria tra due computers. La soluzione è conforme sia alle specifiche USB 1.1 che 2.0. L'USB 2.0 è una buona soluzione per la condivisione dei dischi USB. Ma sei, ad ogni modo, limitato dalla lunghezza del cavo che non rende tale soluzione, praticabile per la condivisione di dispositivi con gli utenti remoti.

condivisione di dischi fissi esterni

Il protocollo USB 2.0 ti abilita a:


  • Usare una porta USB per implementare la comunicazione tra due computers.
  • Trasferire i dati in entrambe le direzioni, usando una memoria tampone doppia, alla velocità di oltre 15 Mbps.
  • Usare un chip singolo ASIC con host USB ad alta velocità, per fornire una comunicazione alimentata del bus, da una porta USB.
  • Lavorare in ambienti PC Mobile e SOHO.

Domande chieste di frequente, relative ai dischi fissi

Un disco esterno è essenzialmente lo stesso di quello interno, tranne che non è posto dentro al computer. Può essere un disco a stato solido (SSD) o disco fisso rigido (HDD) connesso alla macchina con un cavo od interfaccia esterna.
I dischi esterni possono essere alimentati dal bus, il che significa che ricevono l'alimentazione tramite la connessione del computer a cui si connettono. Possono essere anche auto alimentati da un cavo di alimentazione con presa a muro.
I dischi fissi esterni sono utili in svariate situazioni. Una situazione indirizza le problematiche di capacità limitata sui computers personali, che ne impattano la prestazione. Se il tuo sistema va lento o si blocca, potresti dover spostare alcuni documenti verso un disco esterno per fornire maggior spazio per la memoria virtuale della tua macchina.

Un disco esterno può anche essere impiegato per fornire maggiore capacità di immagazzinamento ad una rete di utenti. Questi possono accedere in contemporanea, al dispositivo come nel caso di un disco connesso ad un server documenti aziendale.

FlexiHub

Requisiti: Windows XP/Vista/7/8/10, Server 2003/2008/2012/2016/2019
size: 6.97MB
Versione: 4.1.12932 ()
Voto dell'utente: (4.8 basato su 78+ utenti)